Il “giardino diffuso” spontaneo, uno spunto di riflessione per i nostri giardini e terrazzi

Molto spesso mi sono ritrovato a pensare che il mio giardino preferito è quello spontaneo, selvatico, quello che non ha bisogno della mano dell’uomo, anche se parlare di mancanza di intervento umano nella natura che ci circonda è sempre un po’ illusorio. Questo perché la relazione che ci lega con il mondo vegetale e con l’ambiente naturale circostante è assolutamente inscindibile. Continua a leggere

La mia Campania felix

Ci sono regioni del nostro Paese che sembrano essere il capro espiatorio di tutti i mali nazionali. La Campania è sicuramente uno di quei pezzi d’Italia caratterizzati da contraddizioni stridenti, stretta nella morsa di un profondo pregiudizio di chi non la conosce e della sofferenza di chi la conosce bene e la vorrebbe migliore; maltrattata  nei servizi aggressivi e mortificanti dei telegiornali nazionali; marchiata dall’epiteto di “Terra dei fuochi” in mano alla camorra; annebbiata dalle immagini da cartolina per turisti della Costiera Amalfitana, del Cilento, della Vecchia Napoli e delle isole. A me non interessa discutere nessuno di questi temi con questo breve articolo.

Continua a leggere

Incomincia da dove sei

E’ già da un po’ che riuscire a trovare il tempo per scrivere sul blog si dimostra un’impresa ardua, anche se il mio desiderio di condividere, di scrivere e di comunicare esperienze e impressioni inerenti al mondo della natura, dei giardini e della botanica è sempre vivo e appassionato. La mia latitanza non è dovuta a stanchezza o svogliatezza bensì a fattori positivi per la mia vita: il mio lavoro è in crescita; ma soprattutto ho finalmente realizzato un obiettivo importante (di cui avevo già accennato in un post di gennaio ): ho cambiato casa.

Continua a leggere