La mia Campania felix

Ci sono regioni del nostro Paese che sembrano essere il capro espiatorio di tutti i mali nazionali. La Campania è sicuramente uno di quei pezzi d’Italia caratterizzati da contraddizioni stridenti, stretta nella morsa di un profondo pregiudizio di chi non la conosce e della sofferenza di chi la conosce bene e la vorrebbe migliore; maltrattata  nei servizi aggressivi e mortificanti dei telegiornali nazionali; marchiata dall’epiteto di “Terra dei fuochi” in mano alla camorra; annebbiata dalle immagini da cartolina per turisti della Costiera Amalfitana, del Cilento, della Vecchia Napoli e delle isole. A me non interessa discutere nessuno di questi temi con questo breve articolo.

Continua a leggere

Incomincia da dove sei

E’ già da un po’ che riuscire a trovare il tempo per scrivere sul blog si dimostra un’impresa ardua, anche se il mio desiderio di condividere, di scrivere e di comunicare esperienze e impressioni inerenti al mondo della natura, dei giardini e della botanica è sempre vivo e appassionato. La mia latitanza non è dovuta a stanchezza o svogliatezza bensì a fattori positivi per la mia vita: il mio lavoro è in crescita; ma soprattutto ho finalmente realizzato un obiettivo importante (di cui avevo già accennato in un post di gennaio ): ho cambiato casa.

Continua a leggere

Addio Azione giardiniera, benvenuta Filosofia vegetale

Antoine Laurent de Lavoisier formulò il suo postulato fondamentale basato sul principio: “Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”. Riflettere sul fatto che tutto sia in costante trasformazione ci permette di accettare l’impermanenza di tutti i fenomeni che si manifestano nella vita, così come per altro insegna il Buddismo di Nichiren Daishonin. Spesso viviamo attaccamenti alle forme che assume la realtà che ci circonda, provando sofferenza nel momento in cui esse ci abbandonano diventando qualcos’altro. Continua a leggere

Vita nel bosco

“Nessuno al mondo è più felice se non gli esseri che godono liberi di un vasto orizzonte”. Sto leggendo, non senza una certa fatica, il libro di Thoreau sull’esperienza di vita semi-selvatica e autonoma alla fine dell’800. Come viene detto anche da Wu Ming 2 nell’introduzione di questa edizione, sono più preziose e interessanti alcune “frasi, aforismi illuminati, slogan ideali per una collezione di T-shirt”, rispetto all’esperimento di vita di cui si narra nel testo. Seducente se preso con le dovute tempistiche. Munirsi di matita per sottolineare le frasi (molte) che colpiscono di più.